La Legge 150/2000 prevede la costituzione di un profilo professionale per gli operatori addetti, con ruoli di responsabilità e/o di supporto, della funzione di comunicazione degli Enti.

Il Comunicatore pubblico è il responsabile dell’organizzazione e dirige le strutture di comunicazione.

In particolare è responsabile:
– dell’elaborazione dei progetti, dei piani di comunicazione e di marketing;
– dell’elaborazione delle campagne informative;
– del coordinamento delle attività di comunicazione interna ed esterna;
– dell’indirizzo e coordinamento delle attività di front e back office;
– di progetti di riorganizzazione per il miglioramento delle procedure e processi interni ed esterni;
– della garanzia dei diritti di accesso e partecipazione da parte del pubblico;
– della promozione e sviluppo dei progetti nel campo dei new media, per il miglioramento dei servizi;
– dei  processi di comunicazione interistituzionale anche con l’interconnessione delle banche dati e degli URP ;
– della comunicazione interna: diffusione della mission, delle strategie, degli obiettivi, e  dell’identità;
– della gestione delle relazioni con enti, istituzioni e imprese;
– della promozione e sviluppo di iniziative per la creazione di reti e la gestione di rapporti interattivi;
– della definizione dei progetti esecutivi on line e identificazione di nuovi canali di sviluppo;

L’Addetto alla comunicazione ed alle relazioni con il pubblico è invece colui che presiede il front ed il back office nelle strutture di comunicazione ed è responsabile:

– della concreta attuazione dei diritti all’accesso e partecipazione ai sensi della Legge 241/90;
– della realizzazione ed implementazione delle banche dati informative sui servizi, prestazioni ed organizzazione;
– della realizzazione del materiale informativo comunicazionale per la promozione;
– dell’attività di informazione, consulenza, orientamento e assistenza degli utenti;
– della rilevazione dei bisogni e delle attese degli utenti;
– della proposizione di soluzioni per disfunzioni organizzative e per la programmazione di servizi;
– della funzione di interfaccia con l’utenza attraverso i nuovi strumenti multimediali.